Descrizione del tour

Un weekend stile Bikepacking alla scoperta della natura selvaggia nel cuore del Parco Nazionale della Majella.
Per gli amanti della Mtb che vogliono mettersi alla prova e trascorere due giorni pedalando tra i borghi tipici di queste montagne, singletrack e sterminati pascoli che rendono questi luoghi incantevoli!

La Majella ed il Morrone, con le loro caratteristiche rave e le coloratissime faggete, faranno da cornice a questa esperienza unica.

📌 Il tour ha l'intento di promuovere un modello di turismo eco-sostenibile poiché può essere interamente fruibile con i mezzi pubblici.



Un'occasione unica per mettersi alla prova e conoscere altri appassionati con cui organizzare le prossime avventure.

Scopri il tuo lato selvaggio!



Il Tour è diviso in due giornate:

- Il primo giorno è prevista la partenza dalla stazione dei treni di Sulmona (400m slm), città medievale, nonchè patria dei confetti Pelino.
Pedaleremo su singletrack e tratturi che ci condurranno al piccolo borgo di Cansano (835m slm), fino a raggiungere il paese di Campo di Giove (1064m slm) situato ai piedi della Majella. Dopo una rapida visita al borgo ci dirigeremo verso Passo San Leonardo (1282m slm), ai piedi del Monte Amaro (la vetta più alta della Majella), attraversando la valle che separa il massicci del Morrone da quello della Majella, pedalando su antiche mulattiere per raggiungere il borgo di Roccacaramanico (1050m slm), dove pernotteremo presso il B&B "Lu Candone", con panorama unico delle principali rave della Majella.

- Il secondo giorno, dopo la colazione, ci prepareremo a chiudere l'anello che ci porterà a Torre dei Passeri.
Appena usciti dal borgo di Roccacaramanico, imboccheremo il sentiero che costeggia le pendici del Morrone per tutta la sua lunghezza fino a raggiungere il Castello fortificato di Salle(1001m slm), nella riserva regionale della valle dell'Orta. Da qui continueremo in direzione Musellaro(390m slm) abbassandoci notevolmente di quota. Attraverseremo il selvaggissimo Canyon ricco di innumerevoli cascate e grotte risalenti al neolitico, immersi nella flora tipica della macchia mediterranea, con affaccio sulle "Marmitte Dei Giganti" fino a raggiungere il piccolo paese di Bolognano(267m slm). Sempre costeggiando il fiume Orta, inizieremo la discesa passando per la frazione di Santa Maria del Monte, in direzione della piana d'orta. La campagna selvaggia ci permetterà di raggiungere la stazione ferroviaria di Torre dei Passeri. Rientro a Sulmona tramite treno.

Dettagli
Categorie
Follow us

Contatti e info