Appennino Piacentino: tour delle 3 valli

Appennino Piacentino: tour delle 3 valli

Le valli piacentine offrono molteplici luoghi di interesse che vale la pena visitare; suggestivi borghi medioevali, dolci colline e aspre montagne. L’Appennino, spesso poco conosciuto, ancora selvaggio è tutto da scoprire. Degna di nota è anche la cucina piacentina, che propone piatti noti e apprezzati anche fuori provincia: una golosa attrattiva per il dopo escursione.

Percorso panoramico ad anello che si snoda tra la Val Riglio, la Val Nure e la Val d’Arda, e che dalle colline della provincia di Piacenza giunge sui monti dell’Appennino, tra antichi borghi in pietra, torrenti e boschi di castagno secolari.

 

Primo giorno: Km: 40 – dislivello: 1300 mt  Fondo: 50% sterrate, 30% asfalto, 20% sentieri

Veggiola di Gropparello-Rossoreggio-Monte Obolo-Prato Barbieri-Montelana-Monte La Penna-Costa di Groppoducale.

Da un piccolo paese sulle prime colline piacentine (200 m.sl.m.), si percorre la Val Riglio e, attraverso una panoramica sterrata tra colline e campi coltivati si sale in quota, giungendo in Val Nure. Da qui si procede, alternando tratti di asfalto a sentieri e carrarecce, raggiungendo Monte Solio e Monte Obolo (1.100 m.s.l.m), i borghi di Montelana e Prato Barbieri e, infine, il rifugio del Monte La Penna (1.195 mt). Si scende poi su pietraia fino a Costa di Groppoducale, un pittoresco borgo in pietra situato a 940 mt dove è previsto il pernottamento e  la cena in agriturismo, a base di piatti tipici.

Secondo giorno: Km: 45 – dislivello: 1400 mt  Fondo: 20% sterrate, 10% asfalto, 70% sentieri

Costa di Groppoducale-Predalbora-Monte S. Franca-Montelana-Prato Barbieri-Monte Moria-S.Michele-Groppovisdomo-Montechino-Cascate del Riglio-Veggiola di Ponte dell’Olio

Dopo una discesa su pietraia si giunge al piccolo borgo di Predalbora e da qui si ricomincia a salire sino al Monte S. Franca (1.315 m) e, successivamente, al rifugio del Monte Moria, situato all’interno dell’omonimo Parco Provinciale, fra la Val Nure e la Val d’Arda. Si attraversano poi i paesi di S. Michele (700 m.s.l.m.) e Groppovisdomo per ritornare in Val Riglio a Montechino, un tempo paese del petrolio, passando per le suggestive cascate che il torrente Riglio forma in una stretta gola e, infine, al punto di partenza.

 

 La quota comprende:

  • Una cena con pernottamento e prima colazione presso la struttura ricettiva;
  • Accompagnamento con una o più guide MTB (Accademia Nazionale MTB) a seconda del numero di partecipanti.
  • Copertura assicurativa;

La quota non comprende il servizio trasporto bagagli e tutto quanto non indicato nella voce “La quota comprende”. 

 

Info e servizi

  • Costo: 150 €/persona
  • Durata: 2 giorni
  • Difficoltà: medio/alta
  • Fattibile nei mesi di: giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
  • Tipo: Con guida
  • Servizio trasporto bagagli: a richiesta
  •  Il tour è fattibile nei mesi indicati nelle giornate di Sabato e Domenica previa verifica di disponibilità.

    Per giorni della settimana differenti da quelli indicati è possibile richiedere preventivamente la disponibilità delle guide.

    Il tour è garantito con un numero minimo di partecipanti pari a 4.

    Numero massimo di partecipanti: 10

     

Turbolince.com - Mountain Bike

©2018 TURBOLINCE.COM
Via Stefanardo da Vimercate 28
20128 Milano (MI)
PI 00865500144
CF DMEGZN73A10F205M
Powered by Gdmtech.it

Garmin fenix 3 navigatore mtb su Amazon