Correre in pausa pranzo: un buon momento per fare sport

Correre in pausa pranzo..una scossa alla giornata e niente scuse

Sappiamo bene come la sedentarieta’ sia sempre piu’ una caratteristica della vita odierna, con tutte le complicazioni che ne derivano, sia dal punto di vista fisico che psichico.
Quanto volte abbiamo dato la colpa ai numerosi impegni che non ci lasciano respiro?
Davvero la colpa di questa sedentarieta’ sta tutta nella mancanza di tempo?
Sicuramente la societa’ in cui viviamo ci impone dei ritmi frenetici ai quali e’ praticamente impossibile sottrarci, ma con qualche piccolo accorgimento e un po’ di buona volonta’
potremo correre in ufficio
gudagnando in forma fisica e buonumore.

Perche’ non provare a sfruttare un paio di volte alla settimana la classica pausa pranzo e trasformarla in una buona occasione per praticare un po’ di sport?
Perche’ non utilizzare questo momento per fare una corsa?
Detto fatto: invece del solito panino o del pranzo in mensa ci porteremo da casa un po’ di frutta, e invece di serderci inerti a consumare il pasto faremo una corsa rigenerante.

Dove correre?

Per prima cosa andremo ad individuare una zona non troppo distante dal nostro posto di lavoro: un parco, una zona verde, una zona pedonale…
Ovviamente ci porteremo il necessario per la nostra corsa: tuta da ginnastica o abbigliamento tecnico poco importa, dipende dalle nostre preferenze e dal clima, importantissime
invece le scarpe
, rigorosamente stile running, con una buona suola ammortizzata e comode.
Un’oretta prima di uscire consumeremo una parte del nostro pasto a base di frutta, in seguito andremo a cambiarci in bagno (o in spogliatoio per chi ne avesse la disponibilita’).
La durata della corsa dipende dal nostro stato di forma, orientativamente da 15/20 minuti a 30/40.

Come faccio se non c’è la doccia?

Alla fine dell’attivita’ fisica ci troveremo presumibilmente sudati e con la necessita’ di darci un rinfrescata, i fortunati che avranno la possibilita’ di avere una doccia a disposizione
risolveranno in fretta il problema, per gli altri si pone un importante interrogativo: come rassettarmi in mancanza di una doccia?
Un’ottima soluzione e’ quella di dotarsi del seguente kit:

  • spugna
  • asciugamano
  • salviette detergenti
  • borotalco
  • deodorante

Con questo kit non avrete problemi ad affrontare il resto della giornata senza correre il rischio di venire allontanati da colleghi schifati (parlo per esperienza personale).

Alla scrivania dopo la corsa rigenerante

Tornati alla scrivania termineremo di mangiare la nostra frutta mentre ricominceremo il lavoro, l’umore sara’ sicuramente migliorato, non dimentichiamo inoltre che ricerche scientifiche
hanno ampiamente dimostrato che dopo una leggera attivita’ fisica l’attivita’ cerebrale e produttiva migliora, ecco quindi che nemmeno il nostro capo avra’ qualcosa da ridire!
Dopo qualche giorno gli sguardi sorpresi dei colleghi verranno sostituiti da domande di svariato genere (ma dove vai a correre? come fai con la doccia? non mangi?) e con un po’
di fortuna troverete presto dei compagni di corsa!

Ecco come mi organizzio io per il mio Running

Bene, ora non ci sono piu’ scuse: da domani la pausa pranzo non sara’ piu’ la stessa! La potremmo organizzare in questo modo (ovviamente si tratta di indicazioni, ognuno le
modifichera’ come meglio crede):

  • 11:30 consumazione di una parte del pasto (una barretta, un frutto, yogurt, crackers…)
  • 12:20 cambio di abito: da giacca e cravatta (o taieur…) a divisa da runner!
  • 12:30 corsa rigenerante nel parco
  • 13:00 rientro in ufficio
  • 13:05 rinfrescata dopo corsa e ritorno agli abiti operativi
  • 13:20 ritorno alla scrivania e alla nostra attivita’ (tra una e-mail e l’altra termineremo il nostro pasto)

Buona corsa a tutti!
{mosgoogle left}

© Copyright 2020 Turbolince.com MTB - Avventure, Percorsi, Life on Wheels
Via Stefanardo da Vimercate 28 Milano
turbolince@gmx.com